Marguerite Duras “Scrivere era la sola cosa che popolava la mia vita e la rendeva magica. L’ho fatto. La scrittura non mi ha mai abbandonato”.

a92eeebd-e093-4c68-9ca1-d00966a8e8cd

In sintesi

  • Laser
  • venerdì 4 aprile 2014
  • ore 09:00 (replica alle ore 22:35)

Marguerite Duras

Scrivere era la sola cosa che popolava la mia vita e la rendeva magica. L’ho fatto. La scrittura non mi ha mai abbandonato”.
Così scriveva una delle più grandi scrittrici del Novecento,Marguerite Duras, autrice di numerosi romanzi e di sceneggiature per il cinema consacrata dal mondo intero con il romanzo autobiografico L’amant (1984). Non solamente uno splendido romanzo, ma anche soprattutto un fenomeno di società.
In questo programma torniamo sulla figura della scrittrice, regista e drammaturga  francese e lo facciamo in compagnia di Leopoldina Pallotta della Torre, autrice de La passione sospesa (Archinto) che raccoglie una serie di conversazioni avute con la Duras nel 1989 quando stava scrivendo L’amante della Cina del Nord, che ne tratteggiano con estrema sincerità il personaggio, l’opera, i film, i libri, l’infanzia, gli amori, l’impegno politico, e la sua epoca, l’ambiente letterario e sociale in cui si è formata. Della sua vita e in particolare del periodo indocinese e di quello dalla fine degli anni trenta alla fine della seconda guerra, parliamo anche con il noto francesista e scrittore Giuseppe Scaraffia, mentre di cosa significa “tradurre Duras” discutiamo con Leonella Prato Caruso, fine traduttrice di varie opere della Duras per Feltrinelli, tra cui L’amante.

Tra i libri di Giuseppe Scaraffia segnaliamo: Sorridi Gioconda! (Mondadori 2005),
Cortigiane (Mondadori 2008), Femme Fatale (Vallecchi 2009), Le signore della notte. Storie di prostitute, artisti e scrittori (Mondadori 2011), I piaceri dei grandi (Sellerio 2012), e Il romanzo della Costa Azzurra (Bompiani 2013).

Tra i libri di Marguerite Duras tradotti da Leonella Prato Caruso per Feltrinelli ricordiamo: L’amante (1985) L’amante della Cina del Nord (1992), Il marinaio di Gibilterra (1991), Yann Andréa Steiner (1993), Scrivere (1994).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...